ISHA – Italian Stock Horse Association

Associazione Equitazione Americana, formazione, gare ed eventi

ISHA – Italian Stock Horse Association - Associazione Equitazione Americana, formazione, gare ed eventi

TRASPORTO CAVALLI NUOVE NORME DAL 2 SETTEMBRE 2017

 

trasporto-cavalli

E’ entrato in vigore dal 2 Settembre 2017 il Decreto del Ministero della salute del 28/06/2016 che rende obbligatoria la compilazione esclusivamente in modalità informatica DEL MODELLO 4 per il trasporto e/o la movimentazione cavalli .

SCARICA IL DECRETO MINISTERIALE  e la nota informativa in pdf 28/06/2016

decreto-ministeriale-del-28-giugno

nota_ministero_della_salute_-_modello_4_informatizzato_04-08-2017 

Sostanzialmente la norma prevede che la richiesta per lo spostamento dei cavalli verso altra scuderia, stalla di sosta o altra avvenga con qualche giorno di anticipo facendo esplicita richiesta all’ASL di competenza la quale dovrà approvare il trasporto con l’emissione del nuovo modello IV.

A breve le ASL metteranno a disposizione una APP che potrà essere utilizzata anche da smartphone o tablet tramite richiesta di pin e password ottenibile con l’accedito della CARTA DEI SERVIZI. Tale APP consentirà la compilazione del Modello IV direttamente on line in Azienda.

Sarà possibile trasportare solo ed esclusivamente i cavalli presenti nelle Banche dati, ovvero quelli muniti di microchip

COME SI OTTIENE LA CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI:

Chi compila il Modello 4 digitale dovrà essere identificato  dal sistema in maniera inequivocabile dato che deve dimostrare di avere titolo per la compilazione. Tale certificato identificativo è rappresentato dalla Carta dei Servizi  che può essere disponibile per mezzo di due diversi supporti elettronici:

  • La Smart Card : rappresentata dalla propria carta sanitaria con attivazione del microchip presente sulla stessa. Per attivarla è necessario recarsi presso la propria ASL di appartenenza la quale darà un codice PIK e PUK e CIP. Infine per accedere ai vari servizi ci si dovrà munire di un lettore di Smart Card e del relativo software di gestione. Tale sistema è consigliabile se si necessita di leggere più smart card, come famiglie, circoli ippici etc.
  • Chiavetta USB. Per ottenerla bisogna recarsi di persona ( NO DELEGA) presso la camera di commercio  con documento di identità, tesserino del codice fiscale ed un indirizzo e mail attivo ed è possibile richiedere il dispositivo

Nel caso dell’utilizzo della APP ( ancora in fase di definizione) la CNS sarà necessaria solo nel momento in cui si dovrà scaricare la App dallo store; dopo tale fase il singolo apparato sarà definitivamente associato alla propria CNS. Ciò consentirà, d’ora in poi, di utilizzare lo strumento da solo e senza CNS. Non ci sarà limitazione allo scarico delle App, così da poterle avere su tutti gli apparati informatici che si desidera.

ATTENZIONE:

Avranno titolo a richiedere/compilare la “dichiarazione di provenienza e di destinazione degli animali” o “Modello 4” solo tre tipologie di persone:

1) Il Proprietario del cavallo, persona fisica o giuridica (in questo caso il Legale Rappresentante dell’Ente).

2) Il Detentore, ovvero il Titolare dell’Azienda/Allevamento che detiene l’animale.

3) Il Delegato dell’Allevamento, si veda il punto  sopra descritto. Tale delega deve essere comunicata al Servizio Veterinario di competenza.

Per Azienda si intende un luogo fisico (e nulla di più) in cui vengano detenuti a qualunque titolo animali da reddito (quindi i maneggi, le scuole di equitazione, i singoli privati che abbiano una scuderia personale, etc. dal punto di vista amministrativo sono aziende). Ogni azienda è individuata e georeferenziata da parte della ASL competente per territorio mediante un Codice Aziendale unico. All’interno di ciascuna AZIENDA possono esserci uno o più Allevamenti. Gli allevamenti sono distinti per:

a) specie animale;

b) proprietario.

Ciascun Proprietario è individuato tramite il rispettivo Codice Fiscale, se persona fisica, o Partita IVA, se persona giuridica.

Il Detentore di questi cavalli sarà invece la persona (fisica o giuridica) che materialmente accudisce gli animali (potrà perciò essere il gestore del maneggio, il titolare del circolo, l’allenatore, etc.).

Il Proprietario potrà essere ANCHE Detentore dei propri cavalli.

A breve sarà disponibile anche una specifica App che, a seguito di una specifica sub-delega, consentirà al sub-Delegato di compilare per nome e per conto del Proprietario o del Detentore il Modello 4. La subdelega per la App dovrebbe essere possibile rilasciarla anche più di una sola persona (delegato). Appare opportuno ricordare che ogni Allevamento deve essere dotato di “Codice Aziendale” (anche detto “Codice ASL” o “Codice Struttura”) che identifica:

a) la Struttura in cui il cavallo è scuderizzato;

b) il Titolare della struttura stessa (persona fisica o giuridica che sia).

COME SI ACCEDE ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO IV DIGITALE:

Per essere accreditati ed avere accesso al sito www.vetinfo.it e poter operare in BDN serve:

1. La Carta Nazionale dei Servizi (CNS), ovvero la semplice Tessera Sanitaria con Microchip già attivato e PIN e PUK già ottenuti.

2. Il lettore della CNS ed il relativo software.

3. In alternativa ai punti 1 e 2 la USB, ottenibile presso la Camere di Commercio. 4. Direttamente dal Centro di Referenza di Teramo, numero verde 800.08.22.80 Una volta ottenute le credenziali personali di accesso si può operare direttamente senza limiti di luogo ed orari.

TRASPORTO URGENTE:

Nel caso in cui si necessiti di un trasporto urgente e quindi non programmato è possibile compilare il Modello IV cartaceo, MA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE PER TRASPORTI PRESSO CLINICHE VETERINARI seguiti da certificazione veterinaria.

 

 FARE ATTENZIONE:

il Decreto Ministeriale del 29.12.2009 e Decreto Ministeriale 09.10.2007 in materia di anagrafe equina, stabilisce che il trasporto di equidi da macello è sempre considerato “”per fini economici”” in fatti nel decreto si legge: sono da considerare equidi da macello quelli effettivamente destinati al macello nel corso del trasporto e quelli comunque classificati come DPA (destinati al consumo umano).

Si deduce che il privato che ha un cavallo la cui destinazione finale è il consumo umano (D.P.A.), il trasporto viene sempre considerato per fini economici e quindi rientra nel campo di applicazione del regolamento CEE e quindi necessita di tutte le autorizzazioni.

 

 

Category: Informazioni
chat tiziana_gurrisi